Come cuocere su pietra lavica

come cuocere su pietra lavica 2La pietra lavica è una delle soluzioni migliori e più consigliate per offrire una cottura omogenea, veloce e più sana rispetto a qualsiasi altro tipo di piano cottura, perché non rilascia sostanze tossiche e i cibi non entrano in diretto contatto con il fumo. La pietra lavica è una pietra vulcanica, per essere adoperata per cucinare, ha bisogno di una lavorazione particolare che consiste nel renderla abbastanza piana e di un certo spessore. Uno dei vantaggi dell’utilizzo di questo materiale è la possibilità di adoperarla anche dopo circa mezz’ora, da quando avete spento la fonte di calore che la rende rovente.Innanzitutto maggiore è lo spessore della lastra, superiore sarà il tempo necessario per raggiungere la temperatura più adatta alla cottura dei vari cibi. Ci vorrà anche più tempo affinché la piastra si raffreddi. Di conseguenza, anche se spegnete il fuoco al di sotto della lastra, se è posizionata su un fornello a gas, con fiamma distribuita per una migliore omogeneità di riscaldamento, o se aspettate che il fuoco si spenga da solo, se usate della legna all’aperto, potrete usufruire del forte calore per poter continuare a cuocere gli ingredienti.

come cuocere su pietra lavica3Ecco come procedere per preparare ottime e gustose pietanze sulla pietra lavica. Dopo aver acceso il fornello a gas o il fuoco, una volta raggiunta la temperatura in poco tempo, posizionate la carne, il pesce o le verdure a secco, ovvero senza aggiungere alcun condimento. La cottura sarà veloce e compatta, saranno i succhi dei cibi stessi a condirli e insaporirli. Girate la carne e gli altri alimenti quando noterete che da un lato cambiano colore e sono cotti, eventualmente potete rigirarli. Per la cottura di cibi diversi strofinate mezzo limone sulla superficie della pietra. Quando sono pronti aggiustate con sale, limone, pepe e se proprio non potete farne a meno, aggiungete qualche goccia d’olio, anche se non c’è ne bisogno. Inoltre con questa cottura gli alimenti non perdono le loro caratteristiche nutritive, ed esalta naturalmente il sapore dei cibi.

Se utilizzata per la prima volta è bene seguire i seguenti passaggi, che non andranno ripetuti successivamente. Lavate la pietra con acqua e sale e asciugatela. Lasciate per 24 ore dell’olio d’oliva sulla superficie della pietra, potrete spalmarlo con uno straccio. Il giorno dopo asciugate la pietra con un foglio di carta assorbente.Fate attenzione a non toccare mai la superficie rovente, rischierete di scottarvi. Non versate mai acqua fredda sulla pietra rovente, altrimenti può spaccarsi. Per la pulizia della pietra, è sufficiente passare dell’acqua calda oppure attendere che sia asciutta e fredda e strofinarla con del limone o dell’aceto, che hanno proprietà disinfettanti e detergenti. Potrete grattar via i residui di cibo con una spatola. Non adoperate mai detersivi di alcun genere e prestate molto attenzione nel maneggiarla poiché potrebbe spaccarsi molto facilmente. Meglio lasciare il barbecue in un luogo coperto e asciutto, così durerà più a lungo nel tempo.

Non dimenticare mai:

  • La prima volta che usate la pietra strofinatela con acqua e sale, poi olio d’oliva. Passaggi da non ripetere in seguito.
  • Non versate mai acqua fredda sulla pietra.
  • Non lavatela mai con detersivi.